CNN

Si è verificato un errore nel gadget

Cerca nel blog

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

Pagine

Si è verificato un errore nel gadget

i Governi Nazionali Devono controllare il Web?

Loading...

lunedì 25 luglio 2016

“Pinocchi Armati”

[1] “Pinocchi Armati”
[2]Antonio Pallante, questo, è il nome del ventenne che, il 14 luglio 1948, sparò a Palmiro Togliatti. Le ragioni di quel folle gesto si sono sempre sapute, anche se non si è mai riuscito a capire chi lo [3]spinse a fare una cosa così sconsiderata. Lo scorso 22 luglio ’16, un ragazzo di diciotto anni di nome Alì David Sonboly, appartenente alla seconda generazione di una famiglia d’immigrati provenienti dall’Iran a [4]Monaco di Baviera, è entrato in un “MC-Donald” adiacente a un Centro-Commerciale, dov’era riuscito a riunire un bel gruppo di giovani con la scusa di un pasto gratis e ha iniziato a Sparare nel mucchio facendo dieci morti, compreso se stesso, e molti feriti. Questi due episodi, lontanissimi fra loro, sono però, accomunati, almeno secondo me, da una medesima domanda: Chi ha armato le loro mani e poi perché? Chi ha dato una ventina di caricatori a un giovane con evidenti problemi psichiatrici? Destabilizzare, per Stabilizzare, “Strategia della Tensione”?
Antonio Aroldo
    the_end




[1] Tutti i Diritti sono Riservati al Firmatario del Presente Articolo
[2] http://www.lastoriasiamonoi.rai.it/puntate/lattentato-a-togliatti/516/default.aspx

[3] https://www.youtube.com/watch?v=gNeBJtgBjSc
[4] http://www.corriere.it/esteri/16_luglio_24/strage-monaco-casa-ali-98bcfa70-5110-11e6-9d8c-bf519d935d5b.shtml

venerdì 22 luglio 2016

“Estate di Libertà, Terra di Dolcezze”

[1] “Estate di Libertà, Terra di Dolcezze”
[2]Oggi, 22 lug. 16, il cielo è azzurro, il sole splende, gli uccelli Cinguettano come non mai e io mi sento Felice. Questo perché, miei cari ragazzi, fra qualche settimana vedrò l’Infinita “Volta Celeste” confondersi con il profondo Mare d’agosto e le stanche membra, del mio essere Vivo, riposeranno come se fossero in un Magico Paradiso d’Amore e fantasia. Lì, miei dolci compagni di Strada, avrò tutte quelle cose che, in questo lungo Inverno della mia Vita, i miei occhi da Eterno Bambino hanno potuto soltanto sfiorare volando nel mondo dei Sogni. A tutte le persone che mi hanno sostenuto in questo greve periodo, dico Grazie!
    Antonio Aroldo
    the_end






[1] Tutti i Diritti sono Riservati al Firmatario del Presente Articolo
[2] http://www.3bmeteo.com/?rete=ricerca&gclid=CjwKEAjwiMe8BRD0ts3Vtv-ohWgSJAAZurk10OZ8_bAtdmqKB8MgzM0OOn5qmenxkeUh5E2cRQA4cRoC12rw_wcB

giovedì 21 luglio 2016

“Un Grande Tornado di Passione Amorosa e Gelosia”

[1] “Un Grande Tornado di Passione Amorosa e Gelosia”
[2]Benito Mussolini, quando era giovane e si fidanzò con la Bella Rachele, si dimostrò molto Geloso della sua futura Sposa. Egli, infatti, non la portava neanche più ai comizi del Partito Socialista co la scusa che con lei vicino non riusciva a essere “Naturale” nei suoi discorsi. Un particolare episodio, in realtà, lo convinse a prendere quella decisione. Una sera, difatti, ci fu una festa da ballo dopo il solito comizio. Il futuro Duce si era allontanato un attimo e lei fu invitata a ballare da un prestante Contadinotto. Questo suscitò le improvvise Ire di quel focoso giornalista che trascinò la propria dolce metà in una sensuale e impetuosa danza da far girare la testa. Una volta in macchina, poi, la riempì di Pizzichi e di Spintoni e le impose di non vedere nessuno se non in sua presenza.
Antonio Aroldo
   





[1] Tutti i Diritti sono Riservati al Firmatario del Presente Articolo
[2] Biografia di Mussolini: Antonio Spinosa pag. 40

mercoledì 20 luglio 2016

“La Lupa dalle Zampe Sporche” “La Rivoluzione Silenziosa Timbrata”

[1] “La Lupa dalle Zampe Sporche”                                                        “La Rivoluzione Silenziosa Timbrata”
 [2]L’attentato al sovrano portoghese, in altre parole, portò a una forte e radicale escalation contro la “Compagnia di Gesù”. I suoi molti membri, infatti, furono espulsi prima, come forse era naturale che fosse, dal regno del Portogallo, e ciò accadde a partire dal 16 settembre del 1759. Nell’agosto del 1763, poi, furono cacciati dal Territorio della Corona Francese. La Monarchia Spagnola fece questo passo nel mese di aprile del 1767. La cosa continuò fra novembre e dicembre del medesimo anno per i regni di Napoli e di Sicilia. Una ribellione legalizzata allo strapotere del Papato e dei suoi Sgherri, dunque, che pian piano si diffuse in tutta Europa.
Antonio Aroldo
    the_end







[1]Tutti i Diritti sono Riservati al Firmatario del Presente Articolo
[2] “La Santa Casta della Chiesa”, “I Peccati del Vaticano”, “L’Oro del Vaticano”: operazione di Claudio Rendina- pagina 76

martedì 19 luglio 2016

“Il Primo Lavoro nella Babilonia Americana”

[1] “Il Primo Lavoro nella Babilonia Americana”
[2]Al-Capone, con la fine intelligenza che lo contraddistingueva, iniziò a farsi strada nella ruggente Chicago degli anni venti, Capitale della Corruzione e del Divertimento a  tutti i Costi, sotto l’amorevole sguardo di Johnny Torrio. L’ormai maturo Boss Italo-Americano, infatti, si rendeva conto che il suo giovane protetto era destinato a compiere grandi cose, perfino a diventare il suo Successore. Il giovane Alfonzo, difatti, era molto ascoltato dal saggio Padrino. Il nostro protagonista, comunque sia, incominciò, la parte più importante della sua Carriera Criminale, facendo il cosiddetto Factotum in una “Casa di Tolleranza” anche il “Ruffiano”, ossia quello che procacciava i Clienti stando fuori al locale.
Antonio Aroldo
    the_end






[1] Tutti i Diritti sono Riservati al Firmatario del Presente Articolo
[2] https://www.youtube.com/watch?v=Rnn8_oWgqkI