CNN

Si è verificato un errore nel gadget

Cerca nel blog

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

Pagine

Si è verificato un errore nel gadget

i Governi Nazionali Devono controllare il Web?

Loading...

mercoledì 25 giugno 2014

Convegno con Stefano Rodotà: una Costituzione per Internet?







 [1]“Libertà sul Web”!
Miei carissimi amici internauti!
Vi sto parlando col cuore in mano!
Forse avrete già letto qualche mio articolo apparso sul Web!?
Spero proprio di Si!
Mi rivolgo direttamente a voi per sottoporre alla vostra attenzione un’idea molto importante che vi ho già descritto, per sommi - capi, in alcuni articoli. Quella, in sostanza, dell’“Assemblea Costituente Internazionale per il Web”!                                                                                      Sarete tutti d’accordo nel dire  che il Web, in quanto tale, deve considerarsi “Patrimonio dell’Intera Umanità”!? Se la risposta a questa domanda, come io spero, è affermativa, allora non possiamo permettere che un “Singolo Paese”, come l’Italia, legiferi su una materia così delicata!   Il Web, questo è pur vero, è pieno di “Brutture Pedo-Pornografiche” o che incitano all’odio e alla violenza. Tutto ciò, però, deve necessariamente essere eliminato da “Esperti del Settore” e non da persone che, (non vorrei essere offensivo), dovrebbero stare, secondo il parere di molti, in un istituto geriatrico.                                                                                                                                  Per questo motivo mi permetto di lanciare, attraverso il giornale della “Cooperativa Levante”, una sottoscrizione per concretizzare finalmente l’idea dell’assemblea costituente internazionale per il Web, l’unico organo in grado a mio parere, di far leggi precise e concrete per il mega-mondo che è il World Wide Web.
Vi prego non lasciatemi solo in questa battaglia che riguarda tutto il nostro mondo che sicuramente molto più libero di una decina di anni fa.
W il Web!
Antonio Aroldo
  




[1][1] Tutti i Diritti sono Riservati al Firmatario del Presente Articolo










Nessun commento:

Posta un commento

Commentate tutto e passate Parola