CNN

Si è verificato un errore nel gadget

Cerca nel blog

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

Pagine

Si è verificato un errore nel gadget

i Governi Nazionali Devono controllare il Web?

Loading...

mercoledì 13 gennaio 2016

“Una Perfetta Ricostruzione Storica di Stato”


[1] “Una Perfetta Ricostruzione Storica di Stato”

[2]La strage di Portella della Ginestra, 1° maggio 1947, non ebbe conseguenze soltanto in campo storico-politico, come appunto volevano i suoi esecutori e mandanti, ma anche in quello cinematografico. Il regista Francesco Rosi, all’inizio degli anni sessanta, diresse, infatti, il film: “Salvatore Giuliano” in cui il protagonista è descritto, grazie all’inserimento in tale pellicola di alcune [3]scene storicamente non veritiere, come un bandito freddo e sanguinario. Le due più importanti sono state individuate dal critico Paolo Benevenuti, ossia quella della sparatoria all’abbeveratoio, completamente inventata e quella della Strage di Portella. In queste due scene, difatti, si tende a incolpare Giuliano di tutto. Io, guardando l’intero film lo scorso sabato 9 [4]gennaio ’16 però, ho individuato altre immagini storicamente molto discutibili per un’opera cinematografica, come disse una volta lo stesso rosi, basata totalmente sulle cronache dell’epoca. Sto parlando, cioè, di quelle dell’uccisione di un giovane carabiniere a sangue freddo e di quelle in cui si fanno i rilievi sul cadavere di Giuliano con i sandali e la cintura perfettamente a posto; mentre noi, invece, sappiamo, dai resoconti del tempo, che, sia la cintura, sia uno dei sandali (cosa che ho scritto nel mio libro: “I Coni d’Ombra delle società Contemporanee”), erano cose indossate con molta superficialità. Il giovane siciliano, in breve, fu rivestito come meglio si poteva, perché ormai, era un corpo inerme. Tutto ciò dimostra, in altre parole, che la teoria di Benevenuti può dirsi, almeno secondo me, esatta. Quella determinata opera rosiana, per chiarirci, non fu altro che [5]un’operazione di propaganda politica per spingere la “Democrazia Cristiana” a dare al “Partito Comunista” il pieno controllo della nascente “Commissione Stragi”; senza creare, quindi, troppe polemiche da dare in pasto all’opinione pubblica.

Antonio Aroldo

    the_end



  

 

 



[1] Tutti i Diritti Sono Riservati al Firmatario della Presente Opera
[2] https://www.youtube.com/watch?v=Y0ocuItiBt4
 
[3] https://www.youtube.com/watch?v=BM_Ftk1r9jM
 
[4] “Salvatore Giuliano”: Film di Francesco Rosi
[5] https://www.youtube.com/watch?v=BM_Ftk1r9jM
 

Nessun commento:

Posta un commento

Commentate tutto e passate Parola